Gian Marco Vitagliano, nasce a Napoli nel 1969.
Da sempre appassionato di organi.
Nel 1994 consegue la laurea in Matematica presso l'Università degli studi "Federico II"di Napoli.
Coltiva la sua passione, frequentando il Primo Corso sperimentale sulla conservazione e il restauro degli organi storici, tenutosi a Roma a cura dell'Istituto Centrale per il Restauro, Ministero per i Beni e le Attività Culturali,negli anni 1996-1997 (unico allievo a Napoli), durante il quale collabora al restauro dell'organo "Altemps" di Filippo Testa (1701) nella Basilica di S.Maria in Trastevere, e superando brillantemente l'esame di diploma.
Nel 1999 cura il ripristino funzionale dell'organo "Rotelli-Varesi" della chiesa della "B.V. del Rosario" in Avellino.
Dal 2000 collabora col Centro di Musica Antica "Pietà de' Turchini" curando l'accordatura di un organo "a cassapanca" utilizzato dall'Associazione per concerti.
Tra il 2000 e il 2007 svolge attività di lavoro dipendente in differente settore.
Dal 2007 riprende stabilmente l'attività organaria, curando il restauro storico-conservativo dell'organo di scuola napoletana (sec. XVII-XVIII) della chiesa del SS.Salvatore a Piscinola in Napoli.
Ha visionato diversi strumenti per i quali ha presentato progetti di restauro.
Ha avuto rapporti di collaborazione con altre ditte organarie, come Mascioni e Giacobazzi.
E' membro dell'Associazione musicale "Giovanni Maria Trabaci".